2020.06.24 – STAGIONE 2020-2021: COSA SI FA E COSA NO?

Dobbiamo ripartire! E, come ha detto il nostro Presidente societario Lino Cescatti, ci stiamo preparando a tutto. Ad ogni nuovo DPCM le disposizioni federali cambiano. Ciò significa nuove norme, nuovi protocolli e tanta tanta confusione per le società ed i tecnici che hanno il compito di gestire “sul campo” i ragazzi.

Partiamo da ciò che è certo*:

  • In vista della stagione 2020/2021 la FIPAV ha stabilito che, per permettere agli atleti di proseguire l’attività giovanile, si svolgeranno campionati con categorie di annate dispari: Under 13 6×6 (fino alla Finale Regionale) e 3×3 (solo nel maschile), Under 15 (fino alla Finale Nazionale), Under 17 (fino alla Finale Nazionale), Under 19 (fino alla Finale Nazionale) Maschili e Femminili. Una decisione a parer nostro saggia, che dà tempo, soprattutto ai ragazzi di Under 14 e Under 16, di adattarsi a livelli di gioco più strutturati e tecnicamente più impegnativi;.
  • Nel campionato Under 13 6×6 maschile potranno essere utilizzati due liberi;
  • Nelle categorie Under 14 e Under 15 maschile si potrà battere solamente piedi a terra;
  • In Under 13 6×6, Under 14 e Under 15 non verrà applicata la regola del “fallo di doppia”, limitatamente al secondo tocco di squadra effettuato in palleggio (che non sia intenzionalmente di attacco);
  • Le società partecipanti al campionato di Under 15 e 17 maschile potranno tesserare un (e soltanto uno per tutta la stagione) ragazzo fuori quota (2005 in U15 e 2003 in U17), mai stato prima d’ora tesserato con la Fipav.
  • Sarà istituita la figura del COVID-Manager, i cui compiti principali saranno quelli di verificare:
    • La misurazione della temperatura all’ingresso;
    • Il corretto utilizzo dei DPI, le procedure di accesso all’impianto;
    • L’organizzazione degli spogliatoi;
    • La corretta esecuzione dell’attività di pulizia, disinfezione e sanificazione;
    • Il corretto svolgimento dell’attività di allenamento;

Le disposizioni sanitarie varieranno, ovviamente, con l’entrata in vigore dei nuovi decreti ministeriali. Ad oggi non è pertanto possibile sapere come si dovranno comportare tecnici e atleti al ritorno in palestra a settembre. Prendiamo, per farci un’idea di come potrebbe svolgersi un allenamento tipo, il protocollo “Versione 3”, valido dal 14 al 24 giugno 2020*. Tra le numerose regole del documento riportiamo:

  • L’organizzazione sportiva assicura la pulizia, la disinfezione e la sanificazione periodica di ogni locale di competenza e dei relativi arredi e di ogni attrezzatura sportiva. La periodicità della pulizia, della disinfezione e della successiva sanificazione deve essere […] effettuata dopo ogni seduta di allenamento;
  • Gli spazi negli spogliatoi andranno organizzati in modo da assicurare la distanza di sicurezza di almeno 1 metro […], regolamentando l’accesso agli stessi (anche se è vivamente raccomandato giungere in palestra indossando già la tenuta di allenamento);
  • Le docce potranno essere utilizzate anche da più atleti contemporaneamente purché sia garantita la distanza di sicurezza di 1 metro e mezzo;
  • Gli operatori sportivi, prima dell’accesso al sito sportivo, dovranno essere sottoposti al controllo della temperatura corporea; se tale temperatura risultasse superiore ai 37,5°C non sarà consentito loro l’accesso;
  • Uno o più dispenser con gel disinfettante a base alcolica verranno posizionati all’ingresso e nei luoghi strategici di utilizzo;
  • L’accesso al sito sportivo dovrà essere regolamentato evitando il rischio di creare assembramenti e sarà concesso solamente a: COVID Manager, atleti in possesso della certificazione di idoneità̀ agonistica (DM 18/02/82) in corso di validità̀, due Tecnici per max 14 atleti presenti (rapporto 1 a 7), il Preparatore Fisico, il Fisioterapista, il Medico Sociale, il Custode dell’Impianto;
  • Gli atleti dovranno indossare la mascherina anche durante l’allenamento qualora non fosse possibile rispettare la distanza di sicurezza di almeno 2 metri (come sancito dal DPCM del 17/05/20) in tutte le fasi della seduta;
  • I componenti dello Staff dovranno indossare la mascherina per tutta la durata dell’allenamento e, laddove vi sia un contatto con attrezzi utilizzati dagli atleti, garantire una frequente disinfezione delle mani;
  • E’ obbligatorio l’uso della mascherina chirurgica, per tutto il periodo di permanenza presso l’impianto, e il rispetto delle distanze sopra definite.

Ovviamente, queste disposizioni potranno (e sicuramente sarà fatto) essere modificate ora dell’inizio della prossima stagione, anche se, alla luce di tutto ciò che è accaduto, ci sembra giusto si sia ancora molto cauti.

Staremo a vedere insomma, ma ciò che veramente importa è che potremo finalmente tornare in palestra per giocare questo fantastico sport!

 

*Tutte le informazioni in questo articolo sono state estratte dal portale web della Federvolley: https://www.federvolley.it/ Per consultare i protocolli sanitari e rimanare aggiornati sulle ultime novità della Pallavolo nazionale vi consigliamo di consultare periodicamente la sezione “News generali” del suddetto sito: https://www.federvolley.it/categorie-news/news-generali

STS Official Site