2019.11.02 – SERIE D: TIE-BREAK STREGATO

Trasferta serale per la formazione di Serie D biancorossa, che – alle 21:00 di sabato 2 novembre – scende sul campo del Centro Civico di Meano per sfidare i padroni di casa della ACME Tridentum. La squadra trentina si presenta al gran completo e forte della sua posizione di capoclassifica, guadagnata grazie a tre successi consecutivi che le hanno portato in dote otto punti. STS Volley, al contrario, può contare su un roster un po’ risicato, specie per quanto attiene il ruolo di centrale che vede solamente due effettivi a disposizione. La famigerata “Settimana Sharm” è come sempre lo spauracchio delle squadre che si trovano a dover giocare in corrispondenza della chiusura scolastica in Provincia di Bolzano, cosa che riguarda purtroppo anche i biancorossi. Oltre alla presenza al centro dei soli Tanesini e Berger, si registra anche l’assenza di tutti gli Under 16 impegnati per l’intera settimana in uno stage indetto dal Club Italia presso il Centro Federale di Roma. I “superstiti” di questa mezza ecatombe sono, oltretutto, reduci da una settimana di allenamenti a ranghi e ritmo ridotti, con due sole sedute tecniche e molte defezioni causate dalle vacanze
scolastiche. Con queste premesse è comprensibile immaginare la preoccupazione che accompagna l’avvio di questo difficile match. Contraddicendo le aspettative un po’ cupe, però, i ragazzi di Armin e Paolo si rimboccano le maniche e iniziano a tessere le trame del loro gioco, cercando di sopperire con la volontà e la concentrazione sul campo alle difficoltà sopra elencate. I padroni di casa infilano con sicurezza la strada che li conduce verso il traguardo del primo parziale, ma i bolzanini pur sconfitti per 25:20 tengono testa con ordine alle sfuriate avversarie. Copione che cambia sensibilmente nel set successivo nel quale, grazie anche all’ingresso in campo di Peter che si conferma un cecchino implacabile, gli ospiti altoatesini invertono l’inerzia del match e con un punteggio quasi simile al precedente (25:21) rimettono in pari il conto dei set. Si riparte con il Tridentum che tenta di imporre nuovamente la legge dei padroni di casa e tenta di involarsi fin dalle prime fasi di gioco. I biancorossi hanno il pregio di non disunirsi sotto i colpi degli avversari, anzi – con caparbietà – ritrovano il ritmo partita che ha consentito loro di aggiudicarsi il secondo set. Ne nasce una rimonta tanto bella quanto inattesa, che inchioda i trentini sul 25:21 dopo un inseguimento coronato dal successo parziale. Le ostilità sul campo riprendono con l’avvio del quarto set, nel quale i bolzanini iniziano a palesare qualche difficoltà nella fase di ricezione, cosa che finisce con il condizionare in modo evidente la qualità del contrattacco. È così che il Tridentum riesce a mettere maggiore pressione sugli avversari biancorossi, costringendo gli ospiti ad incassare il 25:20 che significa il prolungamento del match al quinto parziale. Roulette del tie-break che mette di nuovo in evidenza le difficoltà di STS Volley nel controllo del servizio avversario e che, complice anche la lunga durata della contesa, costringe gli ospiti ad inseguire i padroni di casa, questa volta senza riuscire nel sorpasso. Quinto set che termina sul 15:8 per il Tridentum, regalando comunque ai biancorossi un prezioso punticino che muove ancora la classifica. In conclusione possiamo affermare che la partita è andata sicuramente meglio del previsto, considerato il fatto che STS Volley aveva di fronte una delle squadre più attrezzate del campionato. In modo talvolta fortuito, ma di certo meritatamente, i biancorossi portano a casa due set, rimontando in entrambi i casi un discreto svantaggio. È mancata, forse, un pò di continuità, con la squadra cha ha alternato buonissime azioni ad altre in cui si è peccato di ingenuità. Nei primi due set la ricezione ha funzionato a dovere, mentre in quelli seguenti è calata di precisione condizionando non poco la fluidità del gioco biancorosso. Fra le note certamente positive ci sono l’ingresso di Peter a partire dal secondo set che ha dato una grande mano in attacco (19 punti per lui) e la buonissima la prova di Kristi, soprattutto nei fondamentali di ricezione e difesa. Segnaliamo anche con piacere la buona prova di Martin, che ha fatto vedere notevoli progressi in particolar modo nel fondamentale della battuta.

STS Official Site