2019.03.10 – ORGOGLIO BIANCOROSSO

Per i pochi (…ma buoni…) fedelissimi del PalaTrento il pomeriggio di domenica 10 marzo – nel quale era in programma la sfida di Superlega A1 tra Itas Trentino e Consar Ravenna – è stato denso di emozione e di comprensibile orgoglio. A causa del perdurante infortunio del centrale serbo Srecko Lisinac il Coach Lorenzetti ha, infatti, deciso di rinfoltire la panchina gialloblù con un centrale convocato dalla giovane formazione (Under20) che disputa il Campionato di Serie B. Ecco, quindi, che sotto i riflettori del massimo palcoscenico della pallavolo nazionale ha fatto il suo esordio il nostro giovane ex tesserato Alessandro Acuti. Alessandro, classe 2000, ha seguito la classica trafila delle categorie giovanili nella nostra Società fino a mettersi in evidenza per le sue qualità tecniche ed agonistiche, tanto da meritarsi l’attenzione dei tecnici di Trentino Volley. Ed è così che, come altri giovani atleti del nostro prolifico vivaio, ha avuto la possibilità di entrare nell’organico del settore giovanile della Itas Trentino. In questa stagione, come già detto, Alessandro sta partecipando nel ruolo di centrale al Campionato di Serie B nazionale sotto l’attenta guida del titolatissimo allenatore Francesco Conci. Il suo contributo è costante e di alto livello: giusto per fare un esempio, nell’ultimo turno giocato dalla formazione trentina Alessandro ha
messo a referto la bellezza di quattordici punti che, per un giocatore del suo ruolo, è un bottino davvero di tutto rispetto! Tra i suoi compagni di squadra nella entusiasmante avventura del campionato cadetto ci sono altri due concittadini, anch’essi cresciuti tra le fila biancorosse: si tratta dei due liberi Alex Zanlucchi e Leonardo Marotta che, così come Alessandro, ormai già da alcune stagioni vestono i colori gialloblù dell’Itas. Lo sviluppo del match di domenica, nel quale Ravenna ha tentato in tutti i modi di aggiudicarsi almeno un set, ha visto la squadra di casa costretta a recuperare (nel primo e nel terzo set) uno svantaggio anche di diversi punti. La partita si è, quindi, dipanata per lunghi tratti sul filo dell’incertezza e per questo motivo non si sono proposte le condizioni adatte all’ingresso sul campo del giovane centrale. È stata, comunque, una grande emozione (oltre che un comprensibile motivo di orgoglio) assistere alla contemporanea presenza sul campo di ben due atleti bolzanini – Simone Giannelli ed Alessandro Acuti, appunto – che hanno vestito nei loro anni di attività nelle categorie giovanili la maglia di STS Volley. Non resta che augurare ad Alessandro, oltre che a tutti gli altri atleti bolzanini impegnati con i colori di Trentino Volley, tutta la fortuna che meritano, visto l’impegno e la costanza mostrati quotidianamente.

STS Official Site