2019.03.02 – SERIE D: RIMONTA INCOMPIUTA

Sabato 2 marzo trasferta a Trento per la formazione di Serie D biancorossa, ospite della Trentino Volley che – nel corso del girone di andata – era stata nettamente superata con un sonante 3:0 al PalaDonBosco di Bolzano. La posta in palio, oltre ai “soliti” tre punti, è anche la settima posizione in classifica: Itas Trentino con sedici punti precede di due lunghezze i bolzanini, che di punti ne hanno quattordici. Una vittoria esterna dei biancorossi consentirebbe, dunque, il sorpasso e una consistente iniezione di fiducia per i ragazzi guidati dal terzetto Luigi, Paolo e Roberto. L’avvio del match è, però, totalmente avverso alle rosee aspettative degli ospiti: con una condotta di gara arrembante ed aggressiva i padroni di casa arraffano con decisione il primo parziale (25:16) e, malgrado il risveglio biancorosso nel set successivo, si aggiudicano a seguire anche la seconda frazione, sia pure ai vantaggi. Si riparte, quindi, da un 2:0 pesante soprattutto sul piano psicologico, anche in considerazione dell’atteggiamento sfrontato che i trentini oppongono ai loro avversari. La formazione gialloblù è, comunque, una formazione giovane e dal terzo set inizia a palesare i difetti – di gioventù, appunto – che si traducono in un evidente calo di concentrazione e di ardore agonistico. Gli ospiti bolzanini sono lesti ad approfittare dell’occasione e con prontezza riaprono la contesa grazie al terzo set acchiappato (25:23) con il minimo vantaggio. Il riavvicinarsi di STS Volley genera tra le fila trentine il contraccolpo che consente agli ospiti di spostare maggiormente l’inerzia del gioco a loro favore. Il divario in campo si allarga, con i biancorossi che ora riescono ad imporre il loro gioco con più scioltezza. I padroni di casa subiscono la ritrovata grinta degli avversari che, sovvertendo i cattivi auspici della prima metà dell’incontro, mettono a segno un perentorio 25:17 che riporta in pari il conto dei set e che lascia prevedere un tie-break scoppiettante. A dispetto delle previsioni, però, più che scoppiettante il quinto set si rivela deflagrante, a danno – purtroppo – di STS Volley. I bolzanini, infatti, forse per l’eccesso di sforzo profuso per raggiungere il pareggio, o magari nella convinzione di avere ormai gli avversari in pugno, sono costretti a subire il prepotente ritorno dei trentini e vedono così la loro rimonta arrestarsi proprio sul più bello. Il pesante 15:4 incassato nel tie-break si commenta da solo e la (pur magra) consolazione viene dal fatto di avere strappato almeno un punto ad una squadra che rischiava seriamente di chiudere il match già in tre set. Coach Luigi Marchi esamina gli aspetti della partita appena conclusa: “Il punto conquistato contro una squadra che gioca la pallavolo più aggressiva di tutto il torneo ce lo teniamo senza dubbio ben stretto. Rispetto all’ incontro di andata, nel quale eravamo riusciti a tenere basso il nostro numero di errori, non siamo riusciti a ripeterci e il risultato finale ne è la conferma. Dipendiamo ancora troppo dall’umore dei singoli giocatori e questo aspetto sta ad indicare che il nostro sistema-squadra è ancora lontano dalla sua espressione minima. Il fatto di doversi confrontare ad ogni week end con numerosi alti e bassi all’interno della stessa gara indica con evidenza la lentezza della nostra crescita, che a questo punto della stagione dovrebbe essere su ben altri livelli. Il campionato sta volgendo rapidamente al termine, ma ancora non possiamo considerare archiviata la pratica salvezza: sarà decisivo lo scontro diretto di fine mese dal quale trarremo le ovvie conclusioni su quello che è il carattere della nostra squadra!”.

STS Official Site