2019.02.23 – UNDER14: 14° MEMORIAL BRUGNARA

Anche quest’anno per il gruppo Under14, come ormai da tradizione, è arrivato il momento di cimentarsi nel Memorial Mikael Brugnara. Si tratta di un vero e proprio banco di prova utile per testare il livello della squadra rispetto alle più forti compagini di tutto l’italico stivale. Le formazioni al via sono ben ventiquattro provenienti da tutta Italia (Catania la più distante) e tra di loro ci sono molte di quelle che punteranno allo scudetto nelle finali nazionali previste nel mese di maggio. Considerato l’altissimo numero delle partecipanti il Torneo si svolge nell’arco di due giorni ed occupa buona parte delle palestre di Trento. La manifestazione è, dunque, considerata quella di più alto livello sia per la forza delle squadre partecipanti, che per il numero di partite giocate in breve tempo: ben sette nell’arco di un giorno e mezzo. L’avvio del sabato vede STS Volley inserita in un primo girone che comprende anche il Teate Chieti e la Lexus Vicenza. Due squadre di primo livello, piazzatesi alla fine rispettivamente settima e quinta. Vicenza è squadra molto imponente sul piano fisico, Chieti invece appare formazione più tecnica che fisica. I biancorossi incassano due sconfitte, in entrambi i casi per 2:0 pur giocando per lunghi tratti alla pari con gli avversari. Conseguentemente al terzo posto raggiunto nel girone del mattino, anche il girone del pomeriggio vede i biancorossi relegati di nuovo in un “girone di ferro” insieme al Vero Volley Monza e a Montichiari. Giusto per capirci: si tratta di due delle tre squadre lombarde più forti – insieme ai Diavoli Rosa Milano – di questa annata sportiva. In entrambi i match STS Volley fatica molto a reggere alla pressione impressa agli scontri dallo strapotere degli avversari ed è costretta ad arrendersi nuovamente con un doppio 2:0 che “regala” ancora un terzo posto nel girone della seconda fase. Nonostante le quattro sconfitte consecutive il morale della truppa biancorossa non è particolarmente abbattuto, grazie alla consapevolezza di avere comunque retto per lunghi tratti contro questi squadroni e – soprattutto – di aver accumulato della preziosa esperienza. Domenica si riprende a giocare con la suddivisione del tabellone in tre fasce determinate dai piazzamenti ottenuti nel corso delle prime due fasi. Si torna a lottare per i posti dal primo all’ottavo, dal nono al sedicesimo e infine dal diciassettesimo al ventiquattresimo posto. Il terzo posto raggiunto dopo il secondo girone del sabato relega i bolzanini in quest’ultimo gruppone, nel quale il primo ostacolo da superare si chiamava Almevilla. L’avvio dei biancorossi è micidiale, con un primo set giocato in modo perfetto e che viene letteralmente strappato agli avversari con un 25:10 nettissimo. A causa un leggero appagamento il secondo set si fa subito più combattuto, ma capitan Simone e compagni la spuntano nuovamente, in questo caso con un parziale di 25:21. Un breve trasferimento a piedi fino alla bellissima palestra del Palabocchi e via con una nuova partita: questa volta la squadra avversaria è il Sile Volley di Treviso. Il match si rivela immediatamente molto emozionante, con un primo set sempre giocato punto a punto ma purtroppo vinto per 25:23 dai trevigiani. Seconda frazione identica, ma a risultato invertito: 25:23 per STS Volley. Si arriva così a giocare il primo tie-break del Torneo dei bolzanini. È un’altra battaglia dalla quale escono alla grande i biancorossi, che con un rotondo 15:11 si aggiudicano la sfida. Si arriva, così, alla finalina nella quale si cercherà di agguantare il diciassettesimo posto: sul campo del Palabocchi arriva il Meta Sorrento a contendere il piazzamento ai biancorossi. Sorrento schiera tre ragazzi fisicamente molto imponenti, oltre a presentare un gruppo decisamente di buon livello. Anche in quest’ultimo incontro i ragazzi di STS Volley dimostrano di poter reggere con sicurezza il confronto con formazioni di livello superiore. In particolare nel secondo set gli altoatesini sfiorano il colpaccio, cedendo solo all’ultimo per 25:22 il parziale. Il risultato finale vede, quindi, i biancorossi chiudere la manifestazione al diciottesimo posto assoluto, mentre il titolo viene vinto dalla Lube Civitanova al termine di una finale thriller contro di Diavoli Rosa di Brugherio. Nel complesso, dunque, un torneo positivo per i ragazzi allenati da Armin e Marco. La crescita maturata durante i due giorni di gare è stata evidente e l’esperienza accumulata nei numerosi scontri tornerà utilissima: per i ragazzi questi tornei sono sempre un momento importante del proprio percorso sportivo ed umano.

STS Official Site